BIENNALE TEATRO 2021: BLUE

BIENNALE TEATRO 2021: BLUE
Stefano Ricci e Gianni Forte (ricci/forte) hanno scelto una palette di colori capace di comporre, pensando alla Comédie humaine di Balzac, il racconto in quattro parti della loro Biennale Teatro (2021-2024). E sarà il Blue, in tutte le sue sfumature, a fare da guida al 49. Festival Internazionale del Teatro in scena dal 2 all’11 luglio.
 
Krzysztof Warlikowski, Kornél Mundruczó con il Proton Theatre, Roberto Latini, Kae Tempest, Thomas Ostermeier e Edouard Louis, Danio Manfredini, Francesco Pititto e Maria Federica Maestri di Lenz Fondazione, Agrupación Señor Serrano, Filippo Andreatta e il suo Office for Human Theatre, Adrienn Hód, Paolo Costantini sono gli autori di 11 produzioni a cui si aggiungono le performance site specific dei due vincitori del nuovo bando Biennale College Teatro.
 
Alcuni dei registi invitati, accanto ad altri artisti e specialisti, saranno anche i Maestri per il programma di masterclass della Biennale College: Martin Crimp, Chiara Guidi e Galatea Ranzi, Leo Muscato con Nicole Kehrberger e il maestro Riccardo Frizza, Monica Capuani, Andrea Porcheddu, Davide Carnevali.
 
I premi di questa edizione della Biennale Teatro sono il Leone d’Oro alla carriera al regista polacco Krzysztof Warlikowski e il Leone d’Argento all’inglese Kae Tempest, poeta, autore per il teatro e di testi narrativi, rapper e performer di travolgenti e affollatissimi reading.
 
Perché si parte dal blue?”, si chiedono ricci/forte. “Perché la malinconia, l’isolamento e la morte ci hanno arrestati: il silenzio dei Teatri vuoti potrebbe dipingersi con l’azzurro di un freddo che avvolge tutte le maestranze e gli artisti dello spettacolo ormai a casa da mesi... Blue sarà questa edizione 2021 della Biennale Teatro: un lavoro di riflessione sulla coscienza di un nuovo inizio.
 
I LEONI DELLA BIENNALE TEATRO 2021
 
LEONE D’ORO ALLA CARRIERA:Da più di vent’anni Krzysztof Warlikowski - si legge nella motivazione del premio - è fautore di un profondo rinnovamento del linguaggio teatrale europeo. Utilizzando anche riferimenti cinematografici, un uso originale del video e inventando nuove forme di spettacolo atte a ristabilire il legame tra l'opera teatrale e il pubblico, Warlikowski sprona quest’ultimo a strappare il fondale di carta della propria vita e scoprire cosa nasconde realmente.
 
Presente con le sue regie teatrali e gli allestimenti lirici nei maggiori festival e teatri d’opera di tutto il mondo, Krzysztof Warlikowski è “un artista libero - scrivono ricci/forte - che apre brecce poetiche illuminando con un fascio di luce cruda il rovescio della medaglia.
 
Alla Biennale Teatro Warlikowski presenta lo spettacolo We Are Leaving in prima italiana: (2 luglio ore 19 e 3 luglio ore 17, Teatro alle Tese).
 
LEONE D’ARGENTO:Quella di Kae Tempest è la voce poetica più potente e innovativa emersa nella Spoken Word Poetry degli ultimi anni – recita la motivazione – capace di scalare le classifiche editoriali inglesi e raccogliere consensi al di fuori dei confini nazionali per il coraggio ardimentoso nel dissezionare e raccontare con sguardo lucido angosce, solitudine, paure e precarietà di vivere – tra identità, ipocrisie e marginalità vissute anche sulla sua pelle – scaraventandosi contro l’odierna morale imperante e opprimente.
 
A Kae Tempest è attribuito il Leone d’Argento “per voler sperimentare in un genere definito di nicchia, come la poesia, mescolando l’aulico con il basso, la rabbia con la dolcezza degli affetti – tra versi e rime taglienti, miti classici e ibridazioni hip hop – arrivando a parlare col cuore a un pubblico sempre più vasto.
 
Alla Biennale Teatro Tempest presenta il reading del suo lavoro The Book of Traps & Lessons in prima italiana (10 luglio ore 21, Teatro Goldoni).
 
Pubblicato: 01/07/2021
Share:


I NOSTRI SITI



Ultime interviste

© Copyright 2012-2021 DonnaDonna.eu - Privacy Policy - Cookie Policy
Realizzazione siti web