Vietato morire

Di Patrizio Imperato di Montecorvino

Vietato morire

Il 15 febbraio p.v. da “Distribuzione Indipendente” un genere cinematografico docu-fiction, curato dalla Pirri-Romani-Takahashi, sotto la regia dell’esordiente Teo Takahashi. La Trama riguarda  “quattro storie [che] s’incrociano all’interno della comunità di recupero per la tossicodipendenza di Villa Maraini. Sullo sfondo di una Roma scarna e reale  i personaggi affrontano l’insormontabile muro dell’abbandono sociale; gli operatori sociali, spesso ex tossicodipendenti, non possono che vegliare sulle tragedie degli utenti avendo come unica fioca speranza la consapevolezza di alleviare il dolore sulla strada di un remoto e spesso inconquistabile futuro di redenzione”.  La realistica versione, coerente con lo spaccato sociale degli anni Ottanta e Novanta, ritrae una Roma ben lontana dal suo ideale. Lo stile, alquanto pasoliniano, sembra manifestare una incontenibile sincerità, tale da poter anteporre i formali giudizi sui difetti dei percorsi di regia e/o di scrittura, adottati dallo stesso regista. Resta, comunque, un Tributo a quanti da utenti si sono fatti operatori sociali ed esperti in questo delicato ambito. Nondimeno i tecnici e il cast, professionisti del settore, che hanno dedicato con passione, saperi, competenze e professionalità alla realizzazione di questo docu-fiction, come Andrea Scarcella, Video  Editor and Motion Grafhic Designer, che dopo la maturità classica si trasferisce a Londra, dove sviluppa, in un adeguato contesto di produzione professionale, attitudini e saperi sugli audiovisivi; acquisendo le motivate basi nel mondo del VJing.  Nel 2008 rientra in Italia e si specializza presso gli studios di Cinecittà, in Tecniche di montaggio graphic design unendo a questo percorso anche l’interesse per la creazione di immagini digitali  e per la proiezione di queste negli eventi ed iniziative musicali. Nel  2008/2009 lavora al “Visus Cinematografica”, del premio Oscar per la Scenografia, Gianni Quaranta. Nel 2010 consegue la Laurea in Storia, Scienze e Tecniche della Musica e dello Spettacolo presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. La matura consapevolezza e le numerose esperienze lo portano a perfezionare ed accuratamente realizzare, professionali richieste, contestualizzandole, in una fitta esperienza da freelance, nella post produzione video di cortometraggi e lungometraggi indipendenti, tra cui “Vietato morire”. Inoltre, dal 2011 è tra i fondatori di “On Cut studio” in cui le sue numerose esperienze ed affermata creatività si coniugano in progressivi progetti di alta collaborazione.  Auguri al regista e al Suo cast di professionisti. Agli astanti….una buona visione!

Pubblicato: 11/02/2013
Share:


I NOSTRI SITI



Ultime interviste

© Copyright 2012-2021 DonnaDonna.eu - Privacy Policy - Cookie Policy
Realizzazione siti web