MAI PIÙ SAND CREEK IL GRANDE SUCCESSO AMERICANO DI GIULIANA GIUDOTTI

 By Angelo Martini 22 Giugno 2018

MAI PIÙ SAND CREEK IL GRANDE SUCCESSO AMERICANO DI GIULIANA GIUDOTTI

 

Un’altra grande sfida vinta dell’artista stilista, cantate e autrice Giuliana Guidotti al Teatro dell’Angelo il 12 Giugno a Roma, per la sua pièce originale in 'Mai più Sand Creek' tratta da un testo scritto e creato da lei con tutti i costumi dei protagonisti, con le eccellenti letture dell’attrice Nadia Bengala, ed il regista della serata Francesco Carrasi, per una ricostruzione storica impeccabile. Toccante quando a fine spettacolo Giuliana, tra l’altro pittrice di alcuni suoi quadri proiettati che descrivono la storia, si dirige verso il pubblico con l’uniforme di un militare statunitense del secolo scorso, tenuta sulle braccia in segno di omaggio alle spoglie del soldato americano da parte dei Sioux pellerossa, ricordando che durante il massacro di Sand Creek, alcuni militari americani si opposero al massacro dei nativi con l’ira del generale Chivington che alla fine li fece uccidere immediatamente. Commovente ricordare che ogni anno si celebra la cerimonia fatta dai Sioux per ricordare questo episodio in onore delle spoglie dei due soldati americani che hanno perso la vita per difendere i Sioux.

Giuliana Guidotti stupisce tutti canta a preludio spettacolo Don’t give hate a change con il finale Shake it on di Jamiroquai, curata dal vocal coach Angelo Martini ed in futuro si prevede una canzone inedita. Bravi i protagonisti tutti in costume: Floriana Rignanese, Marco Ciucci e Roberta Aguzzi ha hanno interpretato i sentimenti, il dolore e la tradizione di una cultura che ha segnato la storia di un popolo. Originale intervista alla protagonista fine spettacolo, realizzata dalla speaker e decoratrice Jessica Nikolassy che ha anche realizzato la pergamena antica” verosimile con le parole scritte dal XVI presidente d’America per comprare le Black Hills “The President of the United States Ulysses S. Grant presents a formal request for the purchase of the black hills, sacred lands”

Al termine si è tenuta la premiazione di due corti cinematografici a sfondo sociale selezionati impeccabile organizzatrice Sara Iannone e Franco Mariotti, rispettivamente fondatrice e presidente del premio 'Anita Ekberg': 'Timballo' di Maurizio Forcella e 'Idris' di Kassim Assyn Saleh. Due borse di studio che sono state consegnate da S.A.I Roberto Spreti Malmesi Griffo Focas di Cefalonia, presidente dell’Associazione Internazionale Sant’Elena Imperatrice.

Tutti a brindare davanti ad un buffet per il successo ottenuto , con ospiti e artisti la cui immagine è stata curata dall’hair stylist e make up artist Sergio Tirletti, con i tanti invitati in sala: Amedeo Goria, Camilla Nata, Antonio Zequila, il cantante Alex Baudo in tour in Italia, figlio del noto presentatore Pippo Baudo, Maria Luisa Lo Monte Giordano, il presentatore Angelo Martini, Alessandro Stocchi, Marco Senise, Roselyne Mirialachi, Laura Nuccetelli e Alessandro D’Orazio, Rosetta Attento Pier Paolo Segneri, Rosa Altavilla, Bianca Maria Lucibelli, Angelo Abbate, Zina Ben Salem, Antonio Moretta, , Giovanna Sorbelli, la modella Jessica Nikolassy, Pasquale e Annamaria Di Perna, Carmela Costanzo, Alfio Carpinato, e tanti altri tutti immortalati dal fotografo Mario Giannini” Sono molto emozionata e onorata – dichiara l’artista Giuliana Guidotti”, di aver dato vita a questa storia toccante e aver sottolineato la sofferenza di un popolo nella storia per contribuire sempre di più alla stabilizzazione di una pace globale nel mondo ”

Pubblicato: 22/06/2018
Share:


I NOSTRI SITI



Ultime interviste

© Copyright 2012-2018 DonnaDonna.eu - Privacy Policy - Cookie Policy
Realizzazione siti web