Carla Fracci ospite alla MASTERCLASS DI VLADIMIR VASILIES, per LE GIORNATE DELLA CULTURA RUSSA

 APPLAUSI, RICORDI ED EMOZION ALLA MASTERCLASS DI VLADIMIR VASILIES, IN OCCASIONE DELLE GIORNATE DELLA CULTURA RUSSA. ARRIVA ANCHE UNA GRADITISSIMA OSPITE, CARLA FRACCI.

Carla Fracci ospite alla MASTERCLASS DI VLADIMIR VASILIES, per LE GIORNATE DELLA CULTURA RUSSA

 Standing Ovation per Vladimir Vasiliev, il mito del balletto russo,  protagonista di una applauditissima master class organizzata ad Expo Milano  2015  dalla Fondazione Internazionale Accademia Arco, presieduta da Larissa Anisimova, in occasione delle Giornate della Cultura Russa. In classe con una stella della danza,  anzi due visto che il Maestro ha ricevuto la graditissima visita dell'étoile italiana più celebre al mondo Carla Fracci, con la quale ha compiuto un piacevole salto indietro nel passato ripercorrendo, tra ricordi ed immagini proiettate su un maxi schermo,  le tappe più importanti della sua carriera. Nella sala gremita  centinaia di giovani ballerini con in tasca una buona dose di sogni e speranze ma soprattutto con la consapevolezza di essere riusciti a partecipare ad un evento memorabile. Presenti anche alcuni allievi della scuola di danza del Teatro dell'Opera di Roma, accompagnati dalla direttrice Laura Comi, che hanno seguito eseguito una performance di danza, sbarra e centro. Non solo passi ma la vera essenza di una disciplina artistica che non si basa solo ed esclusivamente sullo studio e sull'esercizio, come ha dichiarato lo stesso Vasiliev: ""La danza di base è composta da tecnica - ha dichiarato il Maestro - ma per incantare il pubblico l'unico modo è avere il proprio stile ed esprimersi sul palco con passione e sentimento". Il continuatore delle migliori tradizioni del balletto russo, la cui bravura ha affascinato ed incantato le platee di tutto il mondo, dispensa preziosi consigli alle giovani generazioni di danzatori, illustrando anche una serie di trucchi del mestiere utili a creare le immagini dei personaggi principali dei balletti classici "in prima persona" per poi costruirci sopra il proprio ruolo. "Vivere e lavorare ogni giorno con impegno, responsabilità e tenacia - ha concluso la Fracci - ma ricordate che senza anima non può esserci la danza".

 





 

Bio Vladimir Vasiliev

Artista del Popolo dell'URSS e della Russia, vincitore del Premio Lenin e il Premio di Stato dell'URSS, vincitore del Premio di Stato della Russia, vincitore del premio intitolato a V. Nijinsky "Il miglior ballerino del mondo", professore emerito del GITIS, professore emerito dell’Università Statale di Mosca e professore di Scienze Umanistiche del College (USA).

Danzatore leggendario, coreografo, regista, insegnante, titolare dei più alti riconoscimenti di Stato dell'URSS e della Federazione russa, Francia, Lituania, Brasile, Italia, Cuba, Argentina, Italia, Stati Uniti d'America, l'UNESCO. Per 30 anni, è stato il primo ballerino del Teatro Bolshoi. Virtuoso esecutore con un immenso repertorio e un raro dono artistico, chiamato da critici e dai molti fan il "Dio della Danza", Vasiliev ha enormemente contribuito allo sviluppo della danza classica maschile del XX secolo. Immagini panoramiche indimenticabili create dalle sue performance di "Spartaco", "Don Chisciotte", "Giselle", "Ivan il Terribile", "Zorba il greco", "Macbeth". Ha saputo attirare l’attenzione dei più grandi coreografi  del XX secolo- Y. Grigorovich, K.Goleyzovsky, L. Yakobson, M.Béjart, R.Petit, L.Myasin. Hanno ballato con lui le migliori ballerine del mondo G. Ulanova, M. Plisetskaya, A.Alonso, C. Fracci, ma il duo con E. Maksimova è tutt’ora il miglior esempio di partenariato sul palco e nella vita, insignito del premio intitolato a M. Petipa "Il miglior duo del mondo". Dal 1971, Vasiliev ha lavorato come coreografo e regista. Tra le 20 produzioni che ha creato troviamo "Icaro", "Macbeth", "Anyuta", "Romeo e Giulietta", "Il lago dei Cigni", "Cenerentola", "Lo Schiaccianoci", "Balda", "Il papavero rosso", l'opera "La Traviata"," Oh Mozart, Mozart ". Le sue performance sono state rappresentate nei migliori palcoscenici del mondo a New York, Londra, Tokyo, Parigi, Berlino, Milano, Roma, Rio de Janeiro, Buenos Aires. Vasiliev ha composto le coreografie per attori teatrali e cinematografici, girato svariati film e balletti per la TV. In GITIS per dieci anni ha diretto il dipartimento di coreografia. Dal 1995 al 2000 è stato Direttore Artistico del Teatro Bolshoi conservando e sviluppando le sue migliori tradizioni. Nel 2000 ha fondato l'unica scuola estera del Teatro Bolshoi - in Brasile, di cui è il curatore. È Direttore Artistico e Presidente della giuria "Arabesque", concorso dedicato a E.Maksimova. Presiede la Fondazione Galina Ulanova.

Vasiliev è un uomo d’arte: egli è anche un attore drammatico, poeta e artista con centinaia di dipinti a suo nome. Negli ultimi dieci anni la sua seria dedizione alla pittura ha portato a 41 mostre del suo lavoro in Russia e all'estero. Negli ultimi anni ha curato anche le scenografie per i suoi balletti, tra cui “Schiaccianoci”, “Don Chisciotte”, “Giselle”, “Macbeth” e “Il papavero Rosso”.

 

 
 
 

Federica Rinaudo
Pubblicato: 04/11/2015
Share:


I NOSTRI SITI



Ultime interviste

© Copyright 2012-2021 DonnaDonna.eu - Privacy Policy - Cookie Policy
Realizzazione siti web