Al Teatro Di Documenti -- L’invenzione di Morel - Dal 9 al 14 aprile 2013

Di Adolfo Bioy Casares

 

Con

Fernando Cormick

Giuseppe Alagna e Chiara Catalano

 

Regia di Paolo Orlandelli

Al Teatro Di Documenti -- L’invenzione di Morel - Dal 9 al 14 aprile 2013

Dopo la versione cinematografica di Emidio Greco (1974), “L’invenzione di Morel” approda per la prima volta in teatro nel suggestivo spazio del Teatro di Documenti di Roma, con il Patrocinio dell'Ambasciata della Repubblica Argentina in Italia e dell'Istituto Italo Latino Americano.

 

Fuggiasco e perseguitato, il protagonista de “L’invenzione di Morel”, celebre romanzo di Adolfo Bioy Casares (1914-1999), si rifugia in un’isola maledetta, dove le persone che vi si avventurano muoiono per una malattia sconosciuta. L’isola deserta si popola improvvisamente di personaggi che ripetono sempre le stesse parole e gli stessi movimenti. Una macabra parata nella quale il protagonista finirà per rimanere invischiato.

 

Riprodurre figure umane in carne ed ossa è stato il sogno di ogni inventore, ma è in teatro che questo incantesimo si avvera quotidianamente. Così, “L’invenzione di Morel” diventa realtà sul palcoscenico, intrappolando lo spettatore in una dimensione magica e spettrale, sospesa tra fantasia e fantascienza.

 

Fernando Cormick

Nato a La Plata (Argentina), si diploma attore presso l’Accademia nazionale d’arte drammatica "Silvio D'Amico" nel 1998. In Argentina ha frequentato anche "La Escuela de Teatro de Buenos Aires" diretta da Raul Serrano nel 1994 e "La Escuela de Teatro de Arte Popular" diretta da Rafael Garzaniti nel 1992. In Italia ha iniziato la sua carriera, subito dopo gli studi, con una partecipazione nel film "Il dolce rumore della vita" di Giuseppe Bertolucci. Ha lavorato sia a teatro che in cinema, televisione e spot televisivi diretto da Vittorio Gassman, Daniele Vicari, Carlo Vanzina, Antonello Grimaldi, Lorenzo Salveti. Ha partecipato alla miniserie su Canale 5 "Squadra Antimafia Palermo Oggi 3" nei panni di "Juan" diretto da Beniamino Catena e come "Carlos" in "Anna e i cinque 2" diretto da Franco Amurri. E' stato nel 2011 e 2012 l'uomo del braccio rosso nella pubblicità "Telecom Impresa Semplice" con la regia di Alessandro D'Alatri. Ha lavorato come attore anche nello spot "Antea for life" per le cure palliative, con la regia di Donatella Maiorca. Nel gennaio del 2013 ha vinto il premio Vincenzo Crocitti come “miglior attore in carriera”.

 

Paolo Orlandelli

Regista votato all’attualità, si dedica a spettacoli di denuncia e impegno civile, quali: “04-05-’98: Strage in Vaticano” (2008), “Vite Violate, Crimini sessuali nella Chiesa Cattolica” (2009), e “Il Cardinal Mia Cara” (2012), tutti di Fabio Croce; e “Davide contro Golia, cronache del G8 di Genova” (2011), di cui è anche autore e interprete e che vanta il patrocinio di Amnesty International. Di teatro contemporaneo allestisce “Una coppia aperta, anzi spalancata” di Dario Fo e Franca Rame (2013), “Il Letto” di Giuseppe Manfridi (2010), “Fobofobia” di Serafino Iorli (2008) e “Antonietta Pirandello, nata Portolano” di Marina Argenziano (2001). Sul versante letterario, adatta per la scena “Una frase, un rigo appena” di Manuel Puig (Festival Settembrealborgo, Casertavecchia, 2009) e “Regina contro Queensberry, il primo processo di Oscar Wilde” (2008).

Pubblicato: 06/04/2013
Share:


I NOSTRI SITI



Ultime interviste

© Copyright 2012-2020 DonnaDonna.eu - Privacy Policy - Cookie Policy
Realizzazione siti web