Roma - presentazione del libro ”TE LO DICO DA NOBEL” di Antonio Razzi.

 TE LO DICO DA NOBELTra Umanità e Istituzionalità

27 Gennaio 2020, nella sede della Banca Generali private,

via Bissolati 76,  Roma.

Roma - presentazione del libro ”TE LO DICO DA NOBEL” di Antonio Razzi.

 by Sabina Fattibane

Si è tenuta a Roma la presentazione del libro”TE LO DICO DA NOBEL” di Antonio Razzi, grausedizioni. Lunedì 27 Gennaio 2020,nella sede della Banca Generali private, di via Bissolati 76, Roma. Organizzata dal private banker Andrea Petrangeli, con la presenza dell'autore,relatori Andrea  Diagonale, direttore dell'Opinione, presidente della fondazione Gran Sasso d'Italia, Federica Pansadoro giornalista dell'Opinione, e la scrittrice Paola Costantini che ha letto alcuni brani del  Libro.

Antonio Razzi è un politico italiano di origine abruzzese,lascia la sua terra molto giovane andando a lavorare in Svizzera dove fondò il centro Regionale Abruzzese, precisamente  a Lucerna.

Tornato in Italia fu esponente del Popolo della Libertà dal 2013 al 2018,che prenderà il nome di Forza Italia .Viene eletto Senatore della Repubblica, incarico che ricopre  sino al 2018.

E' un uomo dal carattere semplice,ottimista,positivo di grande empatia,

La RAI l'ho chiama per  partecipare  come  concorrente della trasmissione Ballando con le Stelle, dove ottiene un ottimo successo da parte del pubblico.

Il libro che lui scrive è un racconto della sua amicizia con il capo di Stato della Corea del Nord  Kim Joung-Un, descrive un importante rapporto con una nazione che ha iniziato a scoprire nel 2007 da parlamentare quando rappresentava e promuoveva il governo italiano all'estero,cercando di instaurare buoni rapporti tra le varie nazioni,in particolare con la Corea del Nord.

Nel libro spiega come ha conquistato l'amicizia del temuto Kim Joung-Un,con una risata,che dire si vede che Razzi ha la risata contagiosa,visto che ha fatto ridere anche un uomo tutto d'un pezzo che non rideva mai.

Il legame con il capo di stato coreano diventa nel tempo un legame umano,prima che istituzionale,si scambiano pensieri e memorie,parla persino  della tensione per la minaccia nucleare e il braccio di ferro tra Nord Corea e USA.

Razzi nel libro si racconta con garbo e ironia, ci da  un immagine del presidente coreano molto diverso da quello descritto dai Media,è più responsabile e meno sadico

Gli racconta dei missili che lancia,il dittatore dichiara”Si tratta di un'arma tattica di nuovo tipo,un avvertimento ai militari sudcoreani “

Ha lanciato missili anche come avvertimento sia al Giappone e allo stesso Donald

Trump, questo per dare una svolta ai negoziati sul nucleare.

I due potenti della Terra, Trump e Kim, si incontrano tra le due Coree nel mese di giugno, mentre l'ultimo lancio di missili balistici era avvenuto il 9 maggio,questo lancio voleva esprimere la contrarietà nel confronto dell'accordo Stati Uniti -Corea del Sud per esercitazioni comuni.

Il libro,oltre la sua amicizia con il presidente coreano,racconta il suo soggiornare in Corea della dignità di questo popolo,dell'ordine che si vedeva e sentiva  nelle strade.

E di un particolare molto simpatico le Vigilesse,che hanno strabiliato il Razzi  per la loro bellezza e impeccabilità e nonostante nello Stato coreano vigeva  il divieto di fare foto,Antonio Razzi riesca a convincere le vigilesse di fare una foto con lui,che dire è un uomo al cui sorriso si rimane spazzati e incantati.

Il suo rapporto di amicizia con il mondo coreano ha continuato a sussistere anche dopo  la perdita della carica di Senatore.

Dopo aver letto il libro si  può affermare che Antonio Razzi è un uomo di grande  umanità a livello internazionale.   

 

Pubblicato: 31/01/2020
Share:


I NOSTRI SITI



Ultime interviste

© Copyright 2012-2020 DonnaDonna.eu - Privacy Policy - Cookie Policy
Realizzazione siti web