Nella Collezione “Divina”, di Antonio Riva, la favola del Bridal look che non piace solo ai promessi sposi…

La presentazione in anteprima della Collezione di Antonio Riva durante l’esclusivo “Night Party”, in Corso Venezia, nel suo atelier, unico evento “fuori salone” della manifestazione Si Sposa Italia 2019.

Nella Collezione “Divina”, di Antonio Riva, la favola del Bridal look che non piace solo ai promessi sposi…

 by Ketty Carraffa

A Milano, è sempre tempo di presentazioni e incontri con lo stupore delle passerelle.
Dal 5 all’8 aprile, nel contesto urbano di Fiera Milano City, è svolta la “quasi” settimana della Moda Sposa: “Si Sposaitalia  - Collezioni 2019”, il Salone di tendenza, dove oltre 200 le Collezioni e nuove linee di abiti da sposa, sposo, damigella, invitati, cerimonia e accessori, hanno regalato agli occhi dei presenti, emozioni da favola, come solo il genere “wedding”, può dare.
Tanti i nomi di spicco della Moda Sposa nazionale presenti, con altre importanti aziende internazionali, il primo evento “fuori salone”e il White Carpet, la sfilata che unisce il mondo del Fashion con quello della Sposa.
Questa Edizione è stata caratterizzata per la coniugazione di varie iniziative, concedendo l’attenzione, non solo alla presentazione delle nuove collezioni 2020, ma anche a tutto ciò che concerne il Bridal look di damigelle, invitati e linea uomo, per la felicità di espositori, buyers, retailers e stampa.
Per la prima volta nella sua storia, poi, l’edizione 2019 della Settimana della Moda milanese, sorprendente e carica di novità, ha visto l’organizzazione del primo evento fuori salone: il Party Night, realizzato nella serata di sabato 6 aprile, con lo stilista Antonio Riva, che ha presentato la sua nuova collezione di abiti da sposa in anteprima (nel suo atelier) e che si vedranno in passerella a fine aprile, nei giorni della “Valmont Barcelona Bridal Fashion Week”.
Il party esclusivo, denominato “Studio 44”, che riecheggia alla nostra memoria il mitico Studio 54 di New York e che richiama naturalmente al numero civico della sede della Maison, ha reso, nell’atmosfera romantica dello splendido cortile milanese di Corso Venezia, l’idea già inconfondibile, dello stile di Antonio Riva, ormai da tempo al centro dell’attenzione, anche a livello televisivo, con il suo programma “Indovina cosa sceglie la sposa”; trasmettendo il concept che da uno stilista come lui, ci si aspetta solo il meglio. L’evento, realizzato in concomitanza con la settimana del Wedding milanese, ha rievocato un’epoca fantastica, con il suo mix di luci, laser e colori psichedelici, intersecandosi con il frivolo e il genere più sofisticato.
Antonio Riva è un protagonista vivace e attento del mondo delle “scelte” delle spose, sempre più ricercate e sofisticate ma anche alla ricerca della semplicità e dei dettagli più raffinati e preziosi, che richiedono, quindi, una creatività di altissima qualità, per unire tante particolarità.
Durante la serata/evento, che ha trasformato l’atelier in una pista da ballo, (e che ha ospitato le opere esclusive dell’artista Guglielmo Spotorno, l’interprete del mare”), ha regalato un dolcissimo tributo al club newyorkese, con molte sguest, celebrity and friends presenti, all’insegna dell’alta moda e del glamour. Molte le gradite sorprese che hanno illuminato i volti degli ospiti presenti, circondati dall’accurata e perfetta organizzazione: musica avvolgente per allietare la visione dei videoclip proiettati su schermo gigante, le immagini degli abiti/nuvola della nuova Collezione bridal Divina, immersi nell’architettura urbana ed elegante di Milano, … per arrivare alla magnifica presenza della wedding cake realizzata dall’amico pasticcere e re del cioccolato Ernst Knam, ( anche “collega” televisivo di Riva) e dalla calda accoglienza ricevuta.
E’ evidente che lo stile di Antonio Riva per tutto ciò che concerne la sua “politica” bridal, dalla Collezione leggerissima, all’utilizzazione di materiali o tessuti d’eccellenza, lo rende accattivante tra le spose e le celebrities italiane e non, che non mancano di indossare i suoi outfit riconosciuti, in versione wedding o “sera”, quando occasioni come queste, ne permettono lo sfoggio e la giusta valorizzazione…
Le protagoniste sono le donne, le “Divine”, le Dive, le icone del Cinema, dell’Arte e di eleganza, che non conoscono il passare del Tempo, riferimenti eterni della Moda, del design e che ispirano la collezione 2020 di Antonio Riva. Come le stars che hanno frequentato lo Sudio 54, che resta nel nostro immaginario collettivo come il top del ritrovo di artisti e socialitè di muse e jet-setter, di pochissimi anni fa… Le 44 creazioni sono puro talento sartoriale: tra bustini strutturati, tessuti leggeri come nuvole, l’amato “mikado” lavorato accanto a trasparenze, il lurex o garzati con fiori a rilievo, sino al tulle con pois degradé illuminato dal glitter che esalta la silhouette femminile.
Come focus che lo distingue da sempre, Antonio Riva, ha giocato con l’architettura scultorea e dello chic più sublime, vivendo abiti eterei, senza opulenza ma con sofisticata allure.
L’utilizzazione dei materiali, ricami, pizzi francesi e tessuti scelti con cura, lo stilista mira alla perfezione delle linee, attraverso scollature, spalline, cinture, bottoni e nastri, costruiti all’insegna del ricordo delle stelle del Cinema internazionale, tra Hollywood e Cinecittà ma anche il tratto ella donna tipicamente mediterranea.
E tutti noi, ci siamo immersi molto piacevolmente nel mondo incantato di un grande creativo e inventore di favole di Moda…

Pubblicato: 14/04/2019
Share:


I NOSTRI SITI



Ultime interviste

© Copyright 2012-2019 DonnaDonna.eu - Privacy Policy - Cookie Policy
Realizzazione siti web