DPCM - Dopo la Pandemia Cambierà la Moda

DPCM  -   Dopo la Pandemia Cambierà la Moda

La moda può essere virtuale o vestirsi di solo ciò che vogliamo far vedere?

Questo è il quesito che ci siamo posti prima di accendere le telecamere e proiettare i fari sulle passerelle di Londra, Milano, New York e Parigi. Emozioni incarnate da sfilate e presentazioni virtuali di collezioni prêt-à-porter, front row e street fashion che andavano sul palco recitando il proprio live streaming show!

Ci siamo tutti influenzati dell’emergenza, delle misure e delle distanze ne abbiamo fatto uno "slang" per ritrovarci vicini negli intenti sebbene eravamo distanti.

Lockdown è diventato un modo di  rappresentarsi che la moda ha saputo interpretare nelle scelte di forme aguzze, reti e gabbie nell'inconscio riflesso di indossare l'armatura e desiderare la liberta di gustare la vita nel combattere l'ennesimo  DPCM. La nostra casa trasformata in Via Condotti dove passeggiano casalinghe che vestono Fendi.  Il lavoro è la pausa dal lockdown  e Valentino trasforma le Fonderie in  Via Montenapoleone!   Smart working per esibire personalità con grandi accessori   e bucare le telecamere con orecchini vistosi per sentirci meglio!

Apparire più belle tra leisure ed affetti,  sentirsi protagoniste della nostra comodità nei morbidi ed ampi abiti, nelle spalle aguzze e bombate, abbracciate da collane e bracciali che disegnano i tratti di donna... mascara nei colori di cipria e tonalità pastello avvolgenti e polverose come  velo nascosto di blush su nostalgiche mascherine di Pierrot posate sul viso. Donne rapite da miraggi di verde nel deserto e dal sole che spunta  tra cielo ceruleo ed ombrose dune.

Tutto è virtuale e così portiamo in scena ciò che nel reale non c'è più: le vecchi storie che ci raccontava la nonna mentre tesseva il vecchio merletto rigorosamente al passo del suo uncinetto, uno stile artigiano che ci ha sempre distinto è l'epidemia dei nostri prodotti, mischiarci e trasmetterci il meglio di noi , colori e sapori tornare a sentire e nel made in Italy volerci più bene. Tutto condito del nostro magico affetto nella perenne incertezza tra difesa delle nostra produzione e voglia di globalizzazione che dell'Italia fanno la protagonista

Sfida tra abiti e gioielli che fasciano il corpo come antigeni che provocano anticorpi, rituale e mistica danza recitata nelle sue forme come messa solenne nel duomo tra stili, colori, accessori ed outfit puntuali per le migliori occasioni.

Per noi tutto è virtuale perché si impone con la sua forza, inevitabile come la pandemia ma nello stesso tempo imminente come la risposta che abbiamo saputo dare e che ci vedrà abbracciarvi nelle nuove collezioni.

Trend non può essere solo il contenitore fashion di un corpo ma la mente che lo guida nei suoi percorsi e riflessi, inversioni e cambiamenti di corsa ed essa meno male è naturale come il sangue che scorre nel nostro brand!

Antonio Palmisano Web Editor Freelance - Immagini Joventura - Accessori Moda Milano

 

Pubblicato: 25/11/2020
Share:


I NOSTRI SITI



Ultime interviste

© Copyright 2012-2021 DonnaDonna.eu - Privacy Policy - Cookie Policy
Realizzazione siti web