Intervista a il M° Wendel Simpkins

By Angelo Martini

Roma, 14 Maggio 2017

 

 

Sembrava di essere ad Harlem a New York, nella Basilica di San Bartolomeo sull’Isola Tiberina stracolma di gente, sulle sponde del Tevere, a Roma, trasportati dal talento e l’energia del vocalist il M° Wendel Simpkins che fa ballare e cantare tutti a suon di Gospel e Spiritual, con più di cinquanta cantati accompagnati da una band live sul sacrato bellissimo della chiesa, trascinati dalla gospel dance di Ignazio Giunta, dalla potente voce della cantante Francesca Cananà e la giovane emozionatissima Giada Gervasi.Tutto organizzato dall’infaticabile bravissimo M° Gianluca Buratti con la supervisione di Antonella Lavalle e del presidente Stefano di Toma della prestigiosa associazione 7 Hills Gospel , per la rassegna Corosseum, serata dedicata alla campagna della comunità di Sant’Egidio “ Liberare i prigionieri” presentata Maria Claudia Di Paolo con Fabio Gui. Il super cantante Gospel Wendell Simpkins  nei giorni precedenti ha incontrato tantissimi giovani e amanti del canto black provenienti da tutta Italia, nel suggestivo Pontificio Seminario Maggiore in P.zza San Giovanni in Laterano per dei workshop, intervistati da Angelo Martini ed immortalati dagli scatti fotografici di Claudio Martone.

 

 

Intervista a il M° Wendel Simpkins

 

Abbiamo incontrato il protagonista per un intervista face to face!

 Wendell complimenti per la tua voce ed energia, sono 3 giorni che canti, interrottamente. Cosa ti ha dato e cosa hai preso da questo incontro con Roma e con i ragazzi, con la gente!

Mi sento molto stanco, ma anche molto soddisfatto, perché quando vedo la gente piena di felicità, di gioia sono anche io felice è la mia vita, l’Italia è fantastica io vivo da tre anni a Milano e Roma ti lascia senza fiato per la sua bellezza e accoglienza.

Tu sei nato ad Aiken in South Carolina, raccontami della tua città!

È una città tranquilla, non grandissima, ci sono molti anziani, ho studiato con canzoni di Frank Sinatra, Blue Brothers, Nat King Col, che mi hanno formato perché mi piace insegnare, ma poi ho avuto anche l'esigenza di cambiare trasferendomi a New York.

 

A cosa giocavi da piccolino e chi ti ha trasferito l'amore per il canto!

Giocavo a Basket, tennis,  e corsa nei 100 metri, ho anche vinto dei campionati, e mio nonno Otis cantava professionalmente con un quintetto, “Swanee Quintet. Hai fatto parte del Programma Gioventù Artistica Gatway! Si era un programma estivo per giovani talenti, una sorta di Saranno Famosi dove ho visto lo spettacolo Greace sono rimasto folgorato dalla protagonista Valerie Bertinelli, innamorandomi dell'artista a tutto tondo, anche in Hot in Cleveland.

 Hai vinto qualche festival!

 Si proprio qui in Italia "Gaspar Music Awards Italia", sulle reti Rai in streaming.

 Hai diretto per tre anni il coro gospel ” Voice of Praise dell’università di Aiken !!

Si sono diplomato in Direzione di coro, e ho diretto e studiato all’ AMDA  The American Musical and Dramatic Accademy a Manhattan New York, studiando il jazz, blues, ballo movimento del corpo e ho conseguito anche una doppia laurea nelle belle arti, entrando poi come vocalist nel prestigioso "Anthony Morgan Ispiration choir of Harlem" lavorando anche per la Disney, con Stephanie Mills, Jessica Simpson che aveva fatto un duetto con suo marito in Hark!The Heard Angel Sing, una song per Natale, poi con Irene Grandi in Rai durante il Telethon, e in un concerto a Firenze come vocalist di Andrea Bocelli e Celine Dion in The Prayer.

Con quale big faresti un duetto, cantate Italiano e Americano!

Con Giorgia amo molto la sua voce e stile e Yolanda Adams, una cantante gospel, ho iniziato la mia carriera ascoltandola, perché canta con classe ed eleganza.

Tu hai dichiarato: “ Voglio dividere con la gente il dono di Dio, la mia voce, e  arrivare al cuore delle persone”

Si perché quando canto devo dare il mio feeling, non mi piace stare fermo, noi diciamo in America “ If I don’t feel anything, the people can not feel it”. “Se io non posso sentire niente, non possono sentire niente”.

Bellissima questa frase!! Allora ti invito a scrivere una canzone insieme su questo tema se sei d’accordo.. ( Ahhhhh si certamente Martini, una bella idea)…

 

Parlami del tua nuovo disco!

Si uscirà la mia canzone in estate dal titolo “The Carrige” “Il coraggio”. Parla della mia vita che fin da bambino non è stata facile, i miei genitori mi hanno concepito molto giovani, affidandomi ai nonni, e guardando a scuola i miei compagni accompagnati dai loro genitori provavo molta delusione, quindi ho trovato conforto, la pace, la gioia nella chiesa, acquistando maggior coraggio per affrontare la vita. Adesso con loro ci vediamo però ho ancora una sofferenza dentro, ma anche molta speranza.

Hai conosciuto il M° Gianluca Buratti cosa pensi di questo tuo lavoro qui a Roma!

Si il Maestro una persona straordinaria e tutto il coro della 7 Hill Gospel Choir, gli allievi che si sono inscritti, con alcuni di loro già professionisti. Abbiamo cantato pezzi importanti : Hoy gost power eseguito da Isabella Cananà vocalist dell’orchestra Rai ha cantato con ospiti importanti Pino Daniele, Elisa, Giorgia; la giovane Giada Gervasi con “I look to you” di Whitney Houston, e poi ancora “ I am friend of god “ Io sono amico di Dio by Israel Houghton, cantata da tutti Grateful by “ Hezekiah Walker, Made a Way by Travis Greene etc.. un repertorio che amo penso che sia la grammatica del gospel cantata con tecnica e cuore. I ragazzi hanno perfezionato gli studi con vari professionisti: il movimento con il risveglio muscolare e la gospel dance con il bravo Ignazio Giunta da Torino, la logopedista Francesca Boezi e l’osteopata Augusto Maria Benigni. Credo di aver dato molto in questi giorni ma di aver preso tante cose indietro, fare musica insieme ti arricchisce sia professionalmente che umanamente.

Il tuo film preferito ed un piatto che ti piace mangiare!

Man of Honok di R. De Niro ed il risotto alla Milanese ( perché vivo a Milano ahhhh).

Se dovessi dare un consiglio ai giovani per la professione, cosa gli diresti!

So…. Io sono giovane, ho un solo 35 anni, consiglio di studiare Kirk Franklin giovane artista fantastico, che ha avuto una vita difficile che sa trasmette il suo stile inconfondibile.

Quando ti sei accorto di essere diventato un numero uno, non per gli altri ma per te stesso!

Si… certo, That’s Right… quando canto, anche durante la notte quando prego, perché sento la pace, la speranza, sono tranquillo e posso parlare con il Signore.

Chi vuoi ringraziare nella tua vita!

Mia zia Gladiola Jessie, perché ho iniziato la mia carriera a 7 anni, cantavo nella sua chiesa e da allora non ho smesso più e naturalmente non smetterò mai.

Ti ringrazio Wendell e complimenti per la tua professionalità, virtuosismo vocale,  la tua dedizione non sola alla musica, e per cura dell’anima e dello spirito ma soprattutto per il“ Coraggio” The Carrige la tua song… e ti lascio con un messaggio del M° Gianluca Buratti.

Maestro Buratti un grande concerto perché la scelta di Wendell Simpkins, qui nel cuore di Roma, e a chi dedichi questo concerto!

Abbiamo scelto il grande Wendell Simpkins e non ci siamo sbagliati è stato strepitoso, in questa Basilica di San Bartolomeo nell’Isola Tiberina che è meravigliosa, visitata dal Papa circa due settimane fa’. Voglio dedicarlo a tutti i ragazzi che si sono esibiti, e ai maestri che li hanno seguiti, alla meravigliosa band: Gianpaolo Vedele al piano, Fabio Speroni batteria, Paolo de Angelis chitarra, Sergio di Mico basso.

Se dovessi scegliere un brano nella storia musicale del mondo per dedicarlo a questa giornata cosa sceglieresti!.

Io nella tradizione sceglierei “ Amazing Grace”, soprattutto per tutta la storia molto attuale che sta dietro l’autore John Newton, che in realtà era un mercante di schiavi, e durante uno dei suoi viaggi fu folgorato da questa “Grazia Stupefacente”, ripensando alla sua vita sbagliata, poi convertendosi, cambiando stile , scrivendo uno dei brani più celebri e popolari del mondo, che ci fanno ben sperare verso il cambiamento di una pace planetaria.

16/05/2017
Share:


I NOSTRI SITI



Ultime interviste

© Copyright 2012-2017 DonnaDonna.eu - Privacy Policy - Cookie Policy
Realizzazione siti web