Holodomor "Ucraina il Genocidio dimenticato": presentazione del libro di Ettore Cinnella, ieri,a Firenze

 GLI STORICI ITALIANI, CONTINUIAMO A RACCONTARE LA VERITÀ DI HOLODOMOR "Ucraina il Genocidio dimenticato":la presentazione del libro di Ettore Cinnella a Firenze il 17 novembre in occasione delle commemorazioni annuali del genocidio per fame perpetrato dalla Russia di Stalin ai danni del popolo ucraino nel 1932-1933.  

Holodomor "Ucraina il Genocidio dimenticato": presentazione del libro di Ettore Cinnella, ieri,a Firenze

 

by Maryana Bilyk 

Firenze. Il 17 novembre 2018, è stato presentato il libro del famoso storico italiano Ettore Cinella "Ucraina il Genocidio dimenticato". Durante l'evento, studiosi e giornalisti fiorentini, insieme a rappresentanti della comunità ucraina, l'Ambasciata e il Consolato Onorario dell'Ucraina, hanno onorato le vittime del genocidio del popolo ucraino - l'Holodomor del 1932-1933. Per comprendere meglio le conseguenze dell'Holodomor, è stata analizzata la sua influenza sull'arte di una nota figura dell'avanguardia ucraina K. Malevich. Grazie agli organizzatori e a tutti coloro che hanno preso una parte attiva a questa importante iniziativa. Gli organizzatori dell’ evento sono il Consolato Onorario e alcune associazioni Ucraine del luogo.

Il libro è uscito nel 2015, l’autore Ettore Cinnella è uno storico italiano. È stato allievo della Scuola Normale Superiore di Pisa. Laureatosi in Lettere moderne all'Università di Pisa nel 1970 con una tesi su "La prima Duma nella rivoluzione russa del 1905", poté usufruire di alcune borse di studio che gli permisero di proseguire le ricerche all'estero (a Mosca, Parigi ed Helsinki). Ha insegnato Storia contemporanea e Storia dell'Europa Orientale all'Università di Pisa. Dopo il crollo del regime bolscevico/post-bolscevico nell'URSS, ha lavorato spesso nell'Archivio centrale del partito di Mosca (oggi Archivio statale russo di storia politico-sociale, RGASPI). Ha scritto saggi di storia russa e di storia contemporanea, tradotti in francese, in inglese, in russo, in ucraino e in tedesco. Nel 2015, nel saggio Ucraina. Il genocidio dimenticato 1932-1933, ha affrontato il tema dell'Holodomor.

Secondo la tesi di Cinnella, il quale ricostruisce gli eventi sulla base della documentazione emersa dopo il crollo dell'URSS, la carestia che portò alla morte 6 milioni di contadini (due terzi dei quali ucraini) venne orchestrata da Stalin per punire i ribelli delle campagne che, in tutta l'URSS, si opponevano alla collettivizzazione imposta dall'alto. Tratto dal libro : Tra l'autunno 1932 e la primavera 1933 sei milioni di contadini nell'URSS furono condannati a morire di fame: quasi i due terzi delle vittime erano ucraini. Quella carestia di proporzioni inaudite non fu dovuta ai capricci della natura, ma venne orchestrata da Stalin per punire i ribelli delle campagne che, in tutta l'URSS, si opponevano alla collettivizzazione imposta dall'alto. In Ucraina lo sterminio dei contadini, il cosiddetto Holodomor, s'intrecciò con la persecuzione dell'intellighenzia e con la guerra al sentimento patriottico di un popolo. Sulla base della documentazione emersa dopo il crollo dell'URSS, il libro ricostruisce quei drammatici avvenimenti e spiega le motivazioni che spinsero Stalin a prendere decisioni così spietate.

 

Pubblicato: 18/11/2018
Share:


I NOSTRI SITI



Ultime interviste

© Copyright 2012-2022 DonnaDonna.eu - Privacy Policy - Cookie Policy
Realizzazione siti web